Scaricare sceneggiati rai


  1. Audiolibri per le serate in tenda
  2. Come rivedere fiction Rai
  3. Come vedere Rai Play

ben venuto nella pagina commedie, sceneggiati, radiodrammi della rai e non solo carlo lucarelli e massimo una raccolta di sceneggiati da scaricare entrando. fandozzi: una raccolta di vari sceneggiati da scaricare entrando qui di seguito L'alfiere Sceneggiato Rai Due Sicilie Alianello Regno Di Napoli. Cast: Rossano Brazzi – Valerie Lagrange – Mita Medici – Glauco Mauri – Carlo Hintermann – Venantino Venantini Puntate: 5. Produzione: RAI – Chiara Films. Poliziesco al microscopio. La raccolta delle puntate con i più famosi sceneggiati polizieschi per la radio · In onda fra il '94 e il '96 su RadioTRE e su RadioDUE.

Nome: scaricare sceneggiati rai
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 31.35 MB

E nella settimana di anteprime lampo e di ascolti gloriosi gli spettatori hanno imparato anche un'altra cosa: che Fiorello e il suo Viva RaiPlay a partire da oggi, 13 novembre, diranno addio allo spazietto concesso dal primo canale per lanciarsi nell'avventura dello streaming, diventando un caso unico per mamma RAI perchè il varietà condotto dall'ex re del karaoke è a tutti gli effetti il primo programma originale di RaiPlay.

Che cos'è RaiPlay RaiPlay è la piattaforma streaming video della RAI attraverso cui scoprire l'offerta dei 14 canali televisivi del servizio pubblico. È assolutamente gratuita ed è consultabile da computer, tablet, smartphone e smart tv che siano, naturalmente, connessi a internet perchè, a differenza di quanto succede con piattaforme come Netflix o Amazon Prime Video, i suoi contenuti non sono disponibili per il download e la visione offline era possibile scaricare alcuni programmi della vecchia sezione RePlay solo dall'app per Android e iOS fino all'aggiornamento dello scorso 30 ottobre, al momento la funzionalità non è stata ripristinata.

Grazie alla nuova interfaccia molto più intuitiva ed essenziale che, per stessa ammissione di viale Mazzini, è stata modellata prendendo ad esempio le piattaforme concorrenti, Netflix in primis si viene subito accolti su una home page da cui è già possibile consultare tutto il catalogo. Non soltanto i contenuti in evidenza, come Viva RaiPlay, l'elenco di film, serie tv, documentari o programmi per bambini: scorrendo il menù a tendina in alto a sinistra accanto al logo della piattaforma è possibile essere indirizzati ai 14 canali TV, alla lista di contenuti on demand, nuovamente alla home page oppure all'elenco dei propri contenuti favoriti precedentemente selezionati.

Il processo di registrazione è semplice e veloce: basta cliccare "Accedi" sulla home page, poi "Registrati" e "Crea un account Rai".

Audiolibri per le serate in tenda

Che cos'è RaiPlay RaiPlay è la piattaforma streaming video della RAI attraverso cui scoprire l'offerta dei 14 canali televisivi del servizio pubblico. È assolutamente gratuita ed è consultabile da computer, tablet, smartphone e smart tv che siano, naturalmente, connessi a internet perchè, a differenza di quanto succede con piattaforme come Netflix o Amazon Prime Video, i suoi contenuti non sono disponibili per il download e la visione offline era possibile scaricare alcuni programmi della vecchia sezione RePlay solo dall'app per Android e iOS fino all'aggiornamento dello scorso 30 ottobre, al momento la funzionalità non è stata ripristinata.

Grazie alla nuova interfaccia molto più intuitiva ed essenziale che, per stessa ammissione di viale Mazzini, è stata modellata prendendo ad esempio le piattaforme concorrenti, Netflix in primis si viene subito accolti su una home page da cui è già possibile consultare tutto il catalogo. Non soltanto i contenuti in evidenza, come Viva RaiPlay, l'elenco di film, serie tv, documentari o programmi per bambini: scorrendo il menù a tendina in alto a sinistra accanto al logo della piattaforma è possibile essere indirizzati ai 14 canali TV, alla lista di contenuti on demand, nuovamente alla home page oppure all'elenco dei propri contenuti favoriti precedentemente selezionati.

Il processo di registrazione è semplice e veloce: basta cliccare "Accedi" sulla home page, poi "Registrati" e "Crea un account Rai".

Per i ragazzi tra i 14 e i 18 anni verrà anche richiesta l'email di uno dei genitori o di un tutore legale prima di poter procedere con il completamento dell'iscrizione. Una volta confermata la registrazione sarà possibile accedere a tutti i contenuti di RaiPlay attraverso computer, tablet, smartphone e smart tv.

Naturalmente l'esperienza di visione cambia a seconda del dispositivo utilizzato. Da smart tv Per poter vedere RaiPlay sulla propria smart tv è anzitutto necessario assicurarsi che sia connessa a Internet.

Per utilizzare l'app bisogna naturalmente scaricarla dallo store della smart tv, se invece il device è dotato di software HbbTV2 ed è connesso a Internet basterà sintonizzarsi su un canale RAI a scelta e un bollino sulla destra dello schermo segnalerà la possibilità di accedere direttamente a RaiPlay.

Ad ogni smart tv è possibile associare più account.

Anche in ques Accedere alla piattaforma è semplice: basta aprire la finestra del browser e digitare www. La maggior parte dei contenuti è selezionabile già dalla home page, mentre il menu di navigazione a comparsa laterale sulla sinistra dà la possibilità di accedere a contenuti on demand, ai 14 canali TV per consultare le dirette o le repliche disponibili dei programmi, alla lista di contenuti preferiti.

Come rivedere fiction Rai

Cercate qualcosa in particolare? In alto a destra sullo schermo trovate la lente di ingrandimento: basta cliccarci sopra e digitare l'oggetto della ricerca.

Da tablet o smartphone Per i dispositivi mobili è possibile accedere a RaiPlay attraverso il sito web o attraverso l'app, scaricabile dal PlayStore per dispositivi Android e dall'AppStore per dispositivi mobili con sistema operativo aggiornato alla versione iOS 9. Una mattina mi son svegliato.

Il sile Questa volta vince.

Come vedere Rai Play

Questa primavera ha il rumore di una notte di neve. Liberati ancora una volta. Da loro, sempre dagli stessi, che ci hanno raccontato come si fa e che sono morti oggi, in silenzio.

Le grida delle folle che esplodono in piazza non ci sono oggi, i canti a squarciagola non li sentiremo. Ma possiamo provare ad immaginare il silenzio della fuga nei boschi, le parole clandestine dette sotto voce ai compagni, il silenzio delle case vuote, quello che segue le esecuzioni. In silenzio questo 25 Aprile saluta i corpi di quei giovani che ci hanno spiegato con le loro vite cosa sia la libertà.

Se ne vanno in corsia e non tornano.