Scaricare emule morphxt 9.5 gratis


  1. Ask a Question
  2. SCARICARE NERO GRATIS ITALIANO PER MASTERIZZARE MP3
  3. Elenco Download Crack Serial Keygen Gratis Scaricare Programmi
  4. MESSEGER 7.5 SCARICA

eMule MorphXT è una versione del popolare client di download P2P eMule. Scarica gratis eMule MorphXT e prova la sua rapitità e tutte le altre funzioni. emule new. emule il migliore emule. emule link. emule donwload. emule plus gratuito. ultima versione di emule da scaricare gratis. scarica emule morph. Ragazzi vi prego aiutatemi, e' da piu' di 1 mese che ho formattato e installato schullmarket.com cavolo va lentissimo, e pure ho ID alto e una cfg con 1 T di file scaricati. Download eMule; Versione Ufficiale La versione ufficiale è l'ultima release stabile creata dal Team di eMule. Downlaod emule gratis e mod, eMule Extreme, eMule Morph, Adunanza, Emule Plus Wavelab - Download per PC Gratis.

Nome: scaricare emule morphxt 9.5 gratis
Formato: Fichier D’archive
Sistemi operativi: MacOS. Android. iOS. Windows XP/7/10.
Licenza: Gratuito (* Per uso personale)
Dimensione del file: 20.46 Megabytes

Gli operatori di telefonia mobile operatori reali di rete mobile sono i gestori della rete telefonica mobile cellulare. Questa una lista operatori di telefonia mobile e operatori di telefonia satellitare ordinata per numero di abbonati. Per un elenco pi completo di operatori diTIM, offerte a meno di 10 euro per chi cambia operatore a luglio Tim lancia il guanto di sfida agli operatori mobili virtuali low cost tagliando il prezzo di Iron X e Titanium.

Scopri tutti i operatori telefonici mobili italiani. LAGCOM ha reso disponibile il nuovo report trimestrale sulle comunicazioni, con tutti i dati dei principali gestori di rete Wind Tre, TIM, Vodafone e iliad e degli operatori mobili virtuali, aggiornati al 31 dicembre Le SIM complessive attive in Italia sono salite a , 6 milioni, di cui.

L'MPEG uno standard comune per la codifica audio-video. Parametri fondamentali Il suono un segnale continuo, per essere memorizzato deve essere campionato ottenendo cos un segnale digitale. Tre sono i parametri che caratterizzano il campionamento, tali parametri influenzano sia lo spazio occupato sia la qualit del suono: numero di canali risoluzione frequenza di campionamento.

Il numero di canali Esistono due modi di ripartizione dei canali audio: Mono e Stereo. La modalit Mono ha uno solo canale mentre quella Stereo ne ha due separati sinistro e destro.

Ovviamente un segnale Stereo occupa, in termini di spazio, il doppio di uno segnale Mono. Nelle applicazioni pi recenti il numero di canali notevolmente aumentato, si pensi al surround, ma come sempre nell'informatica il problema sorge nel passaggio da uno a molti, e non interessa se questi molti siano due, dieci o pi. Digitalizzazione 6. La risoluzione Rappresenta il numero di bit utilizzati per rappresentare i campioni; solitamente si utilizzano 8 o 16 bit per campione: nel primo caso si hanno valori possibili, relativamente pochi, infatti offrono una qualit del suono inferiore a quella di un nastro, nel secondo si hanno circa valori.

La frequenza di campionamento il numero di campioni al secondo; pu variare da 11 kHz adatta alla registrazione della voce, a 22 kHz adatta alla registrazione di un nastro fino a 44 kHz per una registrazione a qualit cd. Questo parametro merita una maggiore attenzione rispetto ai precedenti, infatti segnali analogici diversi possono dare luogo allo stesso segnale campionato. Per questo motivo possibile che segnali analogici diversi, se campionati con una frequenza troppo grande, diano luogo alla stesso audio digitale.

La teoria del campionamento, in particolare il teorema di Nyquist, ci fornisce la soluzione a tale problema, infatti per avere una relazione univoca fra il segnale originale e quello campionato sufficiente che la frequenza di campionamento sia il doppio della massima frequenza del segnale originale.

Sinteticamente pu essere spiegato cos: "Se si prendono dei campioni molto stretti fra di loro frequenza di campionamento alta , ed il segnale varia lentamente nel tempo la banda del segnale sufficientemente stretta si possono ricongiungere i vari punti individuati dai campioni senza intaccare la qualit del suono originale. Le tecniche di rappresentazione Attualmente esistono diversi metodi per rappresentare dati audio; di seguito sono descritti brevemente alcuni formati.

Si basano sulla tecnica di modulazione a codifica numerica d'impulsi Pulse-Code Modulation o PCM , sono cio, una registrazione fedele dei suoni in formato digitale. Entrambi occupano una notevole quantit di memoria, circa 10 MB per minuto, e sono utilizzati a livello professionale. Midi Questo formato nasce come standard per strumenti musicali digitali.

Un file. Questo comporta un notevole risparmio di spazio: un intero brano musicale, della durata di svariati minuti, pu occupare qualche decina di kbyte, infatti ogni singolo evento MIDI occupa soltanto 11 byte.

Con lo streaming, infatti, non viene scaricato l'intero file audio prima di consentirne l'ascolto, ma la riproduzione inizia per ogni blocco di due secondi d'ascolto; nel frattempo viene scaricato il successivo. Si possono verificare momentanee interruzioni nella riproduzione, nel caso in cui il traffico nella rete risulti congestionato.

Le due principali tecnologie d'audio streaming utilizzate sono Real attraverso Real Player , e Windows Media attraverso Windows Media player. La tecnologia dello streaming audio ha permesso, per esempio, alle principali emittenti radiofoniche di presentare sui propri siti web i loro programmi trasmessi via etere.

La qualit della trasmissione variabile secondo la banda occupata. Durante la trasmissione sono usati i codici cyclic redundancy check CRC per correggere errori e mantenere la trasmissione ad un elevato livello qualitativo anche in condizione di ricezioni non ottimali.

Nelle immagini fisse Un'immagine digitale un insieme ordinato di numeri interi, ottenuti dalla scansione di un'immagine analogica sorgente , utilizzando un'apparecchiatura speciale detta scanner digitalizzazione di un'immagine analogica o tramite l'utilizzo di fotocamere digitali che producono direttamente l'immagine digitale dalla scena ripresa.

Ogni numero dell'insieme ordinato rappresenta l'intensit luminosa media livello di grigio di un'areola corrispondente nell'immagine sorgente, detta pixel PICture ELement. L'insieme ordinato di campioni assume l'aspetto di una matrice o tabella numerica composta da un certo numero di righe M e di colonne N.

Ogni campione o elemento di tabella localizzato tramite il suo numero di riga e di colonna, supponendo che il primo pixel in alto a sinistra costituisca l'origine. La capacit di ogni sistema di digitalizzazione di eseguire misurazioni pi o meno fini viene detta risoluzione.

La risoluzione geometrica viene misurata in punti per pollice o DPI dots per inch. Le immagini digitali possono essere: 1. Raster o bitmap matrici di pixel 1. Immagini binarie 2. Immagini a livelli di grigio 3. Vettoriali 1. Immagini definite da moduli grafici punti, segmenti, poligoni, poliedri Tecniche di memorizzazione dei valori dei pixel: 1. Senza compressione il numero dei valori memorizzati M x N e non c' nessun risparmio di spazio 2.

Nelle immagini in movimento Un video o filmato costituito da una serie di immagini, chiamate fotogrammi, che si susseguono in rapida sequenza.

Ask a Question

I-Frames fotogrammi di tipo I, chiamati anche Intra-Frames o Key-Frames : vengono codificati utilizzando le informazioni contenute nel fotogramma stesso, non contengono nessun riferimento o informazione sui fotogrammi adiacenti e sono compressi identicamente ad un'immagine singola per es. P-Frames fotogrammi di tipo P, Predicted Frames, chiamati anche Delta-Frames o Inter-Frames : vengono codificati utilizzando informazioni acquisite in base al fotogramma precedente, sia questo di tipo I o P e, quindi, utilizzando le somiglianze tra fotogrammi successivi, risultano pi piccoli degli I-Frames; partendo dalla considerazione che per ogni secondo di video si susseguono 25 fotogrammi, risulta molto pi efficiente memorizzare non i singoli fotogrammi in modo indipendente, ma esclusivamente le minime differenze tra loro, operazione resa semplice utilizzando questo tipo di fotogrammi, con il risultato di memorizzare un numero significativamente pi basso di bit.

Le tecniche di compressione video possono essere suddivise in due grandi categorie: Lossless: la compressione un processo perfettamente reversibile che avviene senza perdita di informazione e dove video originale e video decompresso sono identici in tutti i dettagli Lossy: tecniche di compressione non reversibile, nelle quali video compresso e decompresso non sono pi identici in quanto al momento della compressione sono state volutamente eliminate alcune informazioni con lo scopo di occupare spazi ridotti; tali tecniche sono le pi diffuse e conosciute, come le codifiche MPEG 1, 2 e 4 , Divx, Xvid, etc..

Nell'olfatto Gli ultimi studi nell'ambito della misurazione degli odori hanno portato alla digitalizzazione e alla creazione di un naso elettronico. Si parla di sistema olfattivo artificiale SOA. Si tratta della forma per cos dire embrionale dalla quale poi nel nascer Internet.

Arpanet fu pensata per scopi militari statunitensi durante la guerra fredda, ma paradossalmente ne nascer uno dei pi grandi progetti civili: una rete globale che collegher tutta la Terra. Storia Nel il Governo degli Stati Uniti decise di creare un istituto di ricerca. L'istituto venne denominato ARPA acronimo di Advanced Research Projects Agency e il suo compito era ambizioso: cercare soluzioni tecnologiche innovative.

Fra gli incarichi dell'Agenzia c'era di trovare una soluzione alle problematiche legate alla sicurezza e disponibilit di una rete di telecomunicazioni. Il progetto venne sviluppato negli anni '60 in piena Guerra fredda Arpanet nel con la collaborazione di varie universit americane, e, secondo molte fonti, aveva lo scopo di costruire una rete di comunicazione militare in grado di resistere anche ad un attacco nucleare su vasta scala[1] questa idea deriva dagli studi che Paul Baran aveva iniziato nel alla RAND corporation sulle tecnologie di comunicazione sicura.

Fu cos che gli "utenti" istituzionali e militari cominciarono a rendere partecipi alla rete i membri della comunit scientifica che iniziarono cos a scambiarsi informazioni e dati, ma anche messaggi estemporanei ed a coinvolgere, a loro volta, altri "utenti" comuni. Nacquero in questo modo, spontaneamente, l'e-mail o posta elettronica, i primi newsgroup e di fatto una rete: Internet.

Con il passare del tempo, l'esercito si disinteress sempre pi del progetto fino ad abbandonarlo nel , che rimase sotto il pieno controllo delle universit, diventando un utile strumento per scambiare le conoscenze scientifiche e per comunicare. In seguito, nei primi anni novanta, con i primi tentativi di sfruttamento commerciale, grazie a una serie di servizi da essa offerti, ebbe inizio il vero boom di Arpanet, nel frattempo rinominata Internet, e negli stessi anni nacque una nuova architettura capace di semplificare enormemente la navigazione: la World Wide Web.

La commutazione di pacchetto, ora base dominante della tecnologia usata per il trasferimento di voce e dati in tutto il mondo, era un concetto nuovo e importante nelle telecomunicazioni. Non importante che tutti i pacchetti che compongono un determinato messaggio rimangano uniti durante il percorso o arrivino nella sequenza giusta. Le informazioni che essi convogliano al loro interno sono sufficienti per ricostruire, una volta arrivati a destinazione, l'esatto messaggio originale.

La sostanziale differenza con Internet che quest'ultima si compone di migliaia di singole reti, ciascuna che raccoglie a sua volta un numero pi o meno grande di host. Il sistema di connessione pu essere vario: fibra ottica per le grandi distanze, cavo coassiale e doppino telefonico, satellite, onde radio, raggi infrarossi.

Si tratta di un mondo in continua trasformazione, ma nel suo insieme lo spazio Internet sempre disponibile e la sua esistenza non dipende dall'iniziativa di una singola azienda oppure di un singolo governo. Note [1] Fra le diverse fonti: A. Barabasi, "Link. La nuova scienza delle reti", Einaudi, Le origini di Internet. Feltrinelli, ISBN Internet Internet[1] contrazione della locuzione inglese interconnected networks, ovvero "reti interconnesse" una rete mondiale di reti di computer ad accesso pubblico, attualmente rappresentante il principale mezzo di comunicazione di massa, che offre all'utente una vasta serie di contenuti potenzialmente informativi e servizi.

L'avvento e la diffusione di Internet hanno rappresentato una vera e propria rivoluzione tecnologica e sociologica assieme ad altre invenzioni quali i telefoni cellulari e il GPS nonch uno dei motori dello sviluppo economico mondiale nell'ambito dell'Information and Communication Technology ICT e oltre.

Descrizione Costituita da alcune centinaia di milioni di computer collegati tra loro con i pi svariati mezzi trasmissivi, Internet anche la pi grande rete di computer attualmente esistente, motivo per cui definita "rete delle reti", "interete", "rete globale" o "la Rete" per antonomasia collegando tra loro a livello globale reti LAN, MAN e WAN.

In quanto rete di telecomunicazione una rete di computer un sottotipo per comunicazione dati di una rete di telecomunicazioni come diffusione seconda solo alla Rete Telefonica Generale, anch'essa di diffusione mondiale e ad accesso pubblico, ma comprendente il pianeta in maniera ancor pi 'capillare' di Internet. Quest'ultima condivide largamente la rete telefonica per l'accesso e il trasporto dei suoi utenti ed destinata, in un futuro non troppo lontano con il miglioramento della tecnologia VoIP, a soppiantarla inglobandola in s in quanto basata sulla pi efficiente tecnica della commutazione di pacchetto.

Internet Internet offre i pi svariati servizi, i principali dei quali sono il World Wide Web e la posta elettronica, ed utilizzata per le comunicazioni pi disparate: private e pubbliche, lavorative e ricreative, scientifiche e commerciali. I suoi utenti, in costante crescita, nel hanno raggiunto quota 1,5 miliardi e, visto l'attuale ritmo di crescita, si prevede che saliranno a 2,2 miliardi nel Struttura fisica In generale a livello fisico la rete Internet pu essere vista come una complessa interconnessione di nodi con funzionalit di ricetrasmissione, appoggiata a collegamenti trasmissivi di vario tipo, sia cablati che wireless fibre ottiche, cavi coassiali, doppini telefonici, cavi elettrici in posa anche in strutture idrauliche, collegamenti sottomarini, collegamenti satellitari, collegamenti a radiofrequenza WiFi e su ponti radio che consentono l'interconnessione da estremo a estremo end to end di un agente umano o automatico a un altro agente, praticamente qualsiasi tipo di computer o elaboratore elettronico oggi esistente.

Ogni dispositivo terminale connesso direttamente a Internet si chiama nodo ospite, in inglese host o end system sistema finale o terminale utente , mentre la struttura che collega i vari host si chiama link di comunicazione passando attraverso i vari nodi interni di commutazione.

Da qualche anno ormai possibile collegarsi a Internet anche da dispositivi mobili come palmari, telefoni cellulari, tablet ecc In breve dovrebbe essere possibile per ciascuno di questi dispositivi non solo accedere a Internet, ma anche subire l'accesso da parte di altri host Internet.

In quanto "Rete delle reti" Internet non possiede dunque una topologia ben definita, ma varia e soprattutto di natura capillare fino agli utenti, com' tipico anche della rete telefonica. La "ragnatela" di collegamenti composta, a livello fisico-infrastrutturale, da un'ossatura molto veloce e potente, nota come rete di trasporto, a cui si connettono, attraverso collegamenti di backhauling raccordo , molteplici sottoreti a volte pi deboli e lente e che costituiscono quindi la rispettiva rete di accesso, com' tipico in generale anche della rete telefonica, della quale Internet condivide proprio l'infrastruttura di accesso per la connessione delle utenze private.

I collegamenti tra i vari nodi interni sono appoggiati su criteri statistici di disponibilit e non su quei criteri altrimenti tipici della tecnologia informatica cos totalmente deterministici da essere spesso ritenuti pi caotici; d'altra parte, i processi in rete sono distribuiti piuttosto che centralizzati. Molti nodi interni sono collegati tra loro in diversi modi e tramite diversi path. Questo tipo di interconnessione pu essere compreso alla luce delle motivazioni che negli anni sessanta dettarono la nascita di Internet allora denominata ARPANET : creare una rete di elaboratori decentrata che potesse resistere a un attacco nucleare da parte dell'Unione Sovietica.

Una tale rete decentrata sarebbe sopravvissuta a molti attacchi visto che un attacco a un singolo elaboratore non avrebbe impedito il funzionamento generale, e i collegamenti ridondanti avrebbero sostituito quelli distrutti.

Le sottoreti componenti possono anche essere protette e, quindi, consentono l'accesso a Internet e viceversa solo in maniera condizionata. Si tratta delle Intranet e la protezione tipicamente realizzata attraverso l'uso di un firewall muro tagliafuoco in inglese.

Gli ISP sono connessi a loro volta a ISP di livello superiore che utilizzano router ad alta velocit e link fisici in fibra ottica nella rete di trasporto.

In molti Stati la possibilit di accesso ad Internet da parte dell'utente viene vista sotto l'obbligo di servizio universale al pari della connessione alla rete telefonica. Funzionamento logico Generalmente definita la Rete delle reti o semplicemente Rete, Internet infatti costituita da tutta una serie di reti, private, pubbliche, aziendali, universitarie, commerciali, intercconnesse tra di loro. In effetti, gi prima della sua nascita, esistevano reti locali, principalmente nei centri di ricerca internazionali e nei dipartimenti universitari, che operavano Utenti internet espressi in decine di migliaia per nazione, dati CIA The World ciascuna secondo modalit o protocolli Factbook propri di comunicazione.

Dal punto di vista trasmissivo e informativo ci che viaggia in Internet sono i pacchetti dati, che costituiscono l'unit minima di informazione in questo vasto sistema di comunicazione. Tali pacchetti viaggiano nei link e nodi interni di rete usando una tecnica di commutazione nota come commutazione di pacchetto packet switching che consente di condividere pi di un possibile cammino piuttosto che fare uso di un percorso unico dedicato come accade invece nella classica commutazione di circuito della rete telefonica.

Di conseguenza i pacchetti di una stessa comunicazione possono seguire percorsi diversi verso lo stesso destinatario. Come detto, la struttura della comunicazione a strati simile al modello di architettura ISO-OSI in una pila o stack protocollare di 5 livelli dal livello fisico al livello applicativo: secondo tale struttura, il protocollo TCP o UDP occupa il livello superiore livello di trasporto rispetto a IP livello di rete.

Al di sopra di questi ci sono i protocolli di tipo applicativo connessi al particolare servizio richiesto da espletare, al di sotto ci sono i protocolli di trasporto tipici delle reti locali, metropolitane e geografiche da interconnettere, dei collegamenti di raccordo backhauling e di dorsale backbone , altri ancora sono collocati al loro stesso livello.

In sostanza un pacchetto dati iniziale payload che parte a livello applicativo da un host attraversa verticalmente dall'alto al basso tutti i vari strati protocollari che aggiungono al pacchetto stesso, in una procedura detta di imbustamento, via via informazioni aggiuntive header in una struttura di informazioni di servizio overhead ; quando il pacchetto totale cos ottenuto, una volta trasmesso a livello fisico sul mezzo trasmissivo, raggiunge la destinazione, ovvero viene ricevuto, avviene uno spacchettamento inverso dal basso verso l'alto e ogni livello legge e elabora le informazioni del rispettivo header.

In particolare, dal punto di vista della fruizione di servizi di livello applicativo, l'architettura logica della rete Internet pu essere di tipo client-server oppure peer-to-peer. La conversione da indirizzo mnemonico URL a indirizzo IP, necessaria per l'instradamento effettivo in rete nei nodi di commutazione, fornita dal cosiddetto DNS, mentre la comunicazione tra client e server si instaura in seguito alla definizione dei cosiddetti socket in cui oltre agli indirizzi IP di client e server vengono specificate anche le cosiddette porte coinvolte nel servizio di comunicazione da espletare.

Nata come rete di comunicazione dati tra utenti diventata in seguito anche una rete per trasferimento di dati vocali grazie allo sviluppo della tecnologia VOIP. Storia di Internet L'origine di Internet risale agli anni sessanta, su iniziativa degli Stati Uniti, che misero a punto durante la guerra fredda un nuovo sistema di difesa e di controspionaggio.

La prima pubblicazione scientifica in cui si teorizza una rete di computer mondiale ad accesso pubblico On-line man computer communication dell'agosto , pubblicazione scientifica degli statunitensi Joseph C.

Licklider e Welden E. Nella pubblicazione Licklider e Clark, ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, danno anche un nome alla rete da loro teorizzata: "Intergalactic Computer Network".

Prima che tutto ci cominci a diventare una realt pubblica occorrer attendere il quando il governo degli Stati Uniti d'America emana la High performance computing act, la legge con cui per la prima volta viene prevista la possibilit di ampliare, per opera dell'iniziativa privata e con finalit di sfruttamento commerciale, una rete Internet fino a quel momento rete di computer mondiale di propriet statale e destinata al mondo scientifico.

Questo sfruttamento commerciale viene subito messo in atto anche dagli altri Paesi. In una nota del 25 aprile , Joseph C.

Licklider aveva espresso l'intenzione di collegare tutti i computer e i sistemi di time-sharing in una rete continentale. Il contratto fu assegnato all'azienda da cui proveniva Licklider, la Bolt, Beranek and Newman BBN che utilizz i minicomputer di Honeywell come supporto. L'ampiezza di banda era di 50 Kbps. Negli incontri per definire le caratteristiche della rete, vennero introdotti i fondamentali Request for Comments, tuttora i documenti fondamentali per tutto ci che riguarda i protocolli informatici della rete e i loro sviluppi.

L'anno seguente Arpanet venne presentata al pubblico, e Tomlinson adatt il suo programma per funzionarvi: divenne subito popolare, grazie anche al contributo di Larry Roberts che aveva sviluppato il primo programma per la gestione della posta elettronica, RD. L'espansione prosegu sempre pi rapidamente, tanto che il 26 marzo del la regina Elisabetta II d'Inghilterra sped un'email alla sede del Royal Signals and Radar Establishment.

Gli Emoticon vennero istituiti il 12 aprile , quando Kevin MacKenzie sugger di inserire un simbolo nelle mail per indicare gli stati d'animo. Tutto era pronto per il cruciale passaggio a Internet, compreso il primo virus telematico: sperimentando sulla velocit di propagazione delle e-mail, a causa di un errore negli header del messaggio, Arpanet venne totalmente bloccata: era il 27 ottobre La connessione avvenne dall'Universit di Pisa, dove era presente un gruppo di ricerca fra i pi avanzati in Europa.

Alcuni dei componenti del gruppo avevano lavorato a contatto con quelli che poi sarebbero stati considerati i padri di Internet, Robert Kahn e Vinton Cerf.

Fu proprio Kahn a convincere i suoi superiori a finanziare l'acquisto delle tecnologie necessarie Butterfly Gateway per il gruppo di Pisa. Il collegamento avvenne il 30 aprile Il primo browser con caratteristiche simili a quelle attuali, il Mosaic, venne realizzato nel Esso rivoluzion profondamente il modo di effettuare le ricerche e di comunicare in rete.

SCARICARE NERO GRATIS ITALIANO PER MASTERIZZARE MP3

Nacque cos il World Wide Web. Nel World Wide Web WWW , le risorse disponibili sono organizzate secondo un sistema di librerie, o pagine, a cui si pu accedere utilizzando appositi programmi detti web browser con cui possibile navigare visualizzando file, testi, ipertesti, suoni, immagini, animazioni, filmati. Nel il CERN, l'istituzione europea dove nasce il World Wide Web, decide di rendere pubblica la tecnologia alla base del World Wide Web in modo che sia liberamente implementabile da chiunque.

A questa decisione fa seguito un immediato e ampio successo del World Wide Web in ragione delle funzionalit offerte, della sua efficienza e, non ultima, della sua facilit di utilizzo. Da tale successo ha inizio la crescita esponenziale di Internet che in pochissimi anni porter la rete delle reti a cambiare la societ umana rivoluzionando il modo di relazionarsi delle persone come quello di lavorare, tanto che nel si arriver a parlare di "nuova economia".

La facilit d'utilizzo connessa con l'HTTP e i browser, in coincidenza con una vasta diffusione di computer per uso anche personale vedi Storia del Personal Computer , hanno aperto l'uso di Internet a una massa di milioni di persone, anche al di fuori dell'ambito strettamente informatico, con una crescita in progressione esponenziale. Diffusione Se prima del Internet era dunque relegata ad essere una rete dedicata alle comunicazioni all'interno della comunit scientifica e tra le associazioni governative e amministrative, dopo tale anno si assiste alla diffusione costante di accessi alla rete da parte di computer di utenti privati fino al boom degli anni con centinaia di milioni di computer connessi in rete in parallelo alla diffusione sempre pi spinta di PC al mondo, all'aumento dei contenuti e servizi offerti dal Web e a modalit di navigazione sempre pi usabili, accessibili e user-friendly nonch a velocit di trasferimento dati a pi alta velocit di trasmissione passando dalle connessioni ISDN e V.

L'evoluzione: Internet2 Fino all'anno si temuto di dover reingegnerizzare ex novo l'intera Internet si parlava di Internet2 perch il numero degli host indirizzabile attraverso il protocollo IP era vicino a essere esaurito IP shortage dal numero di host realmente collegati oltre alla necessaria ridondanza e alle perdite per motivi sociali.

Oggi, come soluzione definitiva, si fiduciosi nella possibilit di migrare in modo non traumatico alla versione 6. I processi di convergenza in atto nell'ambito ICT, media e comunicazioni, indicano inoltre la sempre pi probabile piena integrazione nel prossimo futuro della rete Internet con la rete telefonica gi con la tecnologia Voip, nonch la parallela fruizione di contenuti informativi tipici di altri mezzi di comunicazione come la televisione e la radio in un'unica grande rete.

Se infatti da una parte i primordi della rete sono stati caratterizzati dallo scambio di dati quali i contenuti testuali e immagini statiche, l'evoluzione futura della rete va verso la sempre maggiore diffusione di contenuti multimediali quali ad esempio i contenuti audio-video es. La soluzione pi praticata a questo problema la decentralizzazione delle risorse ovvero sistemi di rete distribuiti es.

Content Delivery Network in grado di gestire l'aumento di traffico, mentre per far fronte all'aumento di banda necessaria sui collegamenti sono da menzionare nuove e pi efficienti tecniche di compressione dati che hanno reso possibile il diffondersi di servizi sempre pi evoluti e pesanti.

Elenco Download Crack Serial Keygen Gratis Scaricare Programmi

Sotto questo punto di vista l'evoluzione della rete dal punto di vista dei servizi richiede anche lo sviluppo di un'infrastruttura di rete di accesso a banda sempre pi larga con la realizzazione delle cosiddette Next Generation Network per sopperire all'aumento di traffico previsto e la fruizione dei servizi stessi dall'utente finale.

La natura globale con la quale stata concepita Internet ha fatto s che oggi, un'enorme variet di processori, non solo apparati di calcolo in senso stretto, ma a volte anche incorporati in maniera invisibile embedded in elettrodomestici e in apparecchi dei pi svariati generi, abbiano tra le proprie funzionalit quella di connettersi a Internet e, attraverso questo, a qualche servizio di aggiornamento, di distribuzione di informazione e dati; dal frigorifero, al televisore, all'impianto di allarme, al forno, alla macchina fotografica: ogni processore oramai abilitato a comunicare via Internet.

In tal senso dunque un'ulteriore evoluzione della Rete, propugnata da alcuni, potrebbe essere l'estensione della connettivit agli oggetti taggati del mondo reale dando vita alla cosiddetta Internet delle cose. Pubblicit in Internet Internet si sta sempre pi affermando anche come canale pubblicitario, promozionale e commerciale.

I suoi vantaggi sono dati dalla possibilit di effettuare quasi dei collegamenti virtuali one-to-one a costi estremamente competitivi. Al giorno d'oggi, Internet sostenuta e mantenuta da un milione di imprese commerciali; innumerevoli sono ormai i siti web di grandi e piccole medie imprese, nonch portali di e-commerce. Esistono in Italia diverse societ specializzate nella consulenza commerciale via Internet.

Nel la raccolta pubblicitaria in Italia tramite Internet ha superato quella tramite canali radio. Regolamentazione Attualmente e sin dai suoi sviluppi al grande pubblico dalla met degli anni 90' la Rete Internet si caratterizzata come una rete fondamentalmente "anarchica" cio priva di regolamentazione effettiva ufficiale ciascun utente pu contribuire ai suoi contenuti secondo regole non sempre ben definite, chiare e omogenee [5][6][7].

Secondo altri la Rete rappresenta invece un esempio di libert di espressione e democrazia globale dei tempi moderni e per questo da tutelare[8][9].

Tutto ci rappresenta di fatto un punto cruciale che secondo alcuni critici dovr essere risolto nell'immediato o prossimo futuro. In generale la ragione di tale condizione da ricercare semplicemente nella natura e nelle finalit originarie di Internet come rete dati dedicata alla diffusione di documenti all'interno della comunit scientifica e non pensata invece per scopi puramente pubblici. Sicurezza Su Internet quindi viaggiano tantissime informazioni non solo immagazzinate nei siti web, ma anche con e-mail, chatting, ecc.

Sotto questo punto di vista Internet si caratterizza attualmente come una rete fondamentalmente ultrademocratica o per alcuni anche al limite dell'anarchia ovvero scarsamente regolamentata dove ciascun singolo utente pu veicolare informazioni di qualunque tipo ai propri scopi e spesso in maniera del tutto anonima.

Tale fatto se da una parte rappresenta una delle ragioni principali del successo della rete come potente strumento di comunicazione di massa, dall'altra, ovvero nel rovescio della medaglia, evidenzia debolezze e vulnerabilit intrinseche dovute sostanzialmente al fatto che il "potere" demandato al mittente e a chi "controlla" la rete: molte sono infatti le tipologie di attacco alla sicurezza informatica attuabili a mezzo della rete stessa da parte di pirati informatici cracker con intenzioni malevoli quali ad esempio attacchi di negazione del servizio e furto di dati sensibili dell'utente password e codici di autenticazione, cloning delle carte di credito ecc Inoltre, essendo divenuto una forma di comunicazione di massa, Internet ha necessitato inoltre di diversi tentativi di filtraggio di parte delle informazioni sensibili veicolate o addirittura di controllo a fini di pubblica sicurezza.

Uno dei programmi ampiamente riconosciuti Carnivore, voluto dall'FBI per controllare la posta elettronica in entrata e in uscita alla ricerca di parole chiave di interesse. In Italia, sempre per motivi di sicurezza pubblica legati a norme antiterrorismo, il Decreto Pisanu dal imponeva l'obbligo agli utenti che volevano connettersi ad Internet tramite rete Wi-Fi di registrarsi con le proprie credenziali di identit presso il gestore stesso della rete nonch la previa richiesta di autorizzazione alla questura da parte del gestore stesso per l'installazione della rete Wi-Fi connessa alla rete Internet.

Questa restrizione, da molti vista come puramente burocratica, ha significato per molti un ostacolo alla diffusione di tale tipo di accesso a Internet rispetto ad altri paesi europei ed esteri in cui l'accesso tramite Wi-Fi era invece pienamente liberalizzato.

Tale situazione cambiata durante il governo Berlusconi IV, il quale non prorogando il decreto ha liberalizzato l'accesso Internet tramite Wi-Fi a partire dal 1 Gennaio , ma sul quale per restano aperti diversi interrogativi su quale sia il corretto iter da seguire per eventuali esercenti pubblici che volessero offrire un servizio WI-FI alla propria [10][11] clientela.

In senso opposto invece si muove la proposta di legge italiana dell'onorevole Gabriella Carlucci che anzich difendere l'anonimato su internet sancisce l'impossibilit di caricare contenuti di ogni genere senza identificarsi e inoltre propone di espandere il reato di diffamazione ai contenuti digitali. Privacy D'altra parte l'intercettazione e il filtraggio dei dati sensibili degli utenti da parte degli ISP o dei maggiori network di rete a scopo di ricerche di mercato pone oggi anche il problema della privacy dell'utente in Rete.

Copyright Non solo si vuole controllare Internet perch mezzo di comunicazione di massa, ma anche per il fatto che esistono dei sistemi di scambio peer-to-peer che veicolano file protetti da diritto d'autore. Le case discografiche hanno cercato in tutti i modi di sostenere le proposte che suggerivano un controllo della rete a discapito del diritto di anonimato e della libert personale. In Italia il primo caso di mappatura dei numeri IP risale al quando la Logistep, azienda specializzata in soluzioni anti-pirateria, ha registrato utenti che avevano in condivisione molti file musicali protetti da diritto d'autore.

La Logistep lavorava per conto della casa discografica tedesca Peppermint Jam Records Gmbh che avrebbe voluto contattare tramite un avvocato altoatesino gli utenti segnalati per contestare il loro comportamento. In difesa degli utenti si schierato il garante della Privacy che il 13 marzo ha intimato alle societ in questione di eliminare i dati personali che avevano raccolto.

Un esempio pi recente il tentato avviamento in Francia di una proposta di legge che avrebbe permesso agli ISP di togliere la connessione a internet agli utenti che praticassero condivisione dei file protetti da copyright dopo due avvertimenti , ma il decreto voluto da Nicolas Sarkozy ha perso la maggioranza dopo l'approvazione della relazione sul rafforzamento della sicurezza e delle libert fondamentali su Internet di Stavros Lambrinidis, il 26 marzo , all'Unione Europea, che esprimeva una posizione forte in difesa della libert d'espressione che in internet vede la sua piena realizzazione.

Neutralit della rete Ultimamente al crescere dei servizi offerti dalla rete si fatto strada l'ampio dibattito in merito alla network neutrality tra chi gli utenti vorrebbe una rete completamente trasparente nella fruizione di contenuti e servizi e chi gli operatori di rete vorrebbe un maggior controllo e selezione dei contenuti stessi impedendo la libera proliferazione di chi si appoggia sulle infrastrutture di rete per diffondere il proprio marketing e il proprio business ovvero i principali network o fornitori di servizi web Google, YouTube, Facebook, Twitter ecc Strumenti di filtraggio dei contenuti, opportunamente impostati es.

Note [1] Il termine "Internet", essendo un nome proprio, dovrebbe essere scritto con l'iniziale maiuscola. Vista la sua ormai ampia diffusione nel linguaggio comune per accettata anche la grafia con l'iniziale minuscola. Per evitare fraintendimenti con l'omonimo nome comune comunque preferibile la grafia con l'iniziale maiuscola. Riportato il 10 ottobre Norme relative al deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all'uso pubblico Legge 15 aprile , n.

World Wide Web Il World Wide Web ha le potenzialit per svilupparsi in un'enciclopedia universale che copra tutti i campi della conoscenza [1] e in una biblioteca completa di corsi per la formazione. Richard Stallman. Il World Wide Web[3] ellissi diffusa nel linguaggio comune: "Web";[4][5] abbreviazione diffusa nel linguaggio comune: "WWW";[6] appellativo diffuso nel linguaggio comune: "Grande Ragnatela Mondiale" [7] un servizio di Internet[8] che permette di navigare ed usufruire di un insieme vastissimo di contenuti multimediali e non e di ulteriori servizi accessibili a tutti o ad una parte selezionata degli utenti di Internet.

Caratteristiche generali Caratteristica principale della rete Web che i nodi che la compongono sono tra loro collegati tramite i cosiddetti link collegamenti , formando un enorme ipertesto. E i suoi servizi possono essere resi disponibili dagli stessi utenti di Internet.

La nascita del Web risale al 6 agosto , giorno in cui Berners-Lee mise on-line su Internet il primo sito Web. Inizialmente utilizzato solo dalla comunit scientifica, il 30 aprile il CERN decide di rendere pubblica la tecnologia alla base del Web. A tale decisione fa seguito un immediato e ampio successo del Web in virt della possibilit offerta a chiunque di diventare editore, della sua efficienza e, non ultima, della sua semplicit.

Con il successo del Web ha inizio la crescita esponenziale e inarrestabile di Internet ancora oggi in atto, nonch la cosiddetta "era del Web". Descrizione Il Web uno spazio elettronico e digitale di Internet destinato alla pubblicazione di contenuti multimediali testi, immagini, audio, video, ipertesti, ipermedia, ecc.

Tale spazio elettronico e tali servizi sono resi disponibili attraverso particolari computer di Internet chiamati server web. Chiunque disponga di un computer, di un accesso ad Internet, degli opportuni programmi e del cosiddetto spazio web, porzione di memoria di un server web destinata alla memorizzazione di contenuti web e all'implementazione di servizi web, pu, nel rispetto delle leggi vigenti nel Paese in cui risiede il server web, pubblicare contenuti multimediali sul Web e fornire particolari servizi attraverso il Web.

I contenuti del Web sono infatti costantemente on-line quindi costantemente fruibili da chiunque disponga di un computer, di un accesso a Internet, e degli opportuni programmi in particolare del cosiddetto browser web, il programma che permette, come si dice in gergo, di "navigare" nel Web, cio di fruire dei contenuti e dei servizi del Web.

Non tutti i contenuti e i servizi del Web sono per disponibili a chiunque in quanto il proprietario dello spazio web, o chi ne ha delega di utilizzo, pu renderli disponibili solo a determinati utenti, gratuitamente o a pagamento, utilizzando il sistema degli account.

I contenuti I contenuti principali del Web sono costituiti da testo e grafica rappresentati in un insieme ristretto di standard definito dal W3C.

Tali contenuti sono quelli che tutti i browser web devono essere in grado di fruire autonomamente, cio senza software aggiuntivo. I contenuti pubblicati sul Web possono essere per di qualunque tipo e in qualunque standard. Alcuni di questi contenuti sono pubblicati per essere fruiti attraverso il browser web e, non essendo in uno degli standard appartenenti all'insieme definito dal W3C, per poterli fruire attraverso il browser web questo deve essere integrato con i cosiddetti plug-in, software che integrano le funzionalit di un programma i quali, per quanto riguarda il browser web, normalmente sono scaricabili dal Web.

Il resto dei contenuti del Web utilizzabile con programmi autonomi. Ad esempio si pu trattare di un file eseguibile sul sistema operativo che si sta utilizzando o di un documento di testo in formato Microsoft Word. World Wide Web Tutti i siti web, sono identificati dal cosiddetto indirizzo web, una sequenza di caratteri univoca chiamata in termini tecnici URL che ne permette la rintracciabilit nel Web.

Non previsto un indice aggiornato in tempo reale dei contenuti del Web, quindi nel corso degli anni sono nati ed hanno riscosso notevole successo i cosiddetti motori di ricerca, siti web da cui possibile ricercare contenuti nel Web in modo automatico sulla base di parole chiave inserite dall'utente, e i cosiddetti portali web, siti web da cui possibile accedere ad ampie quantit di contenuti del Web selezionati dai redattori del portale web attraverso l'utilizzo di motori di ricerca o su segnalazione dei redattori dei siti web.

I servizi Oltre alla pubblicazione di contenuti multimediali il Web permette di offrire servizi particolari implementabili dagli stessi utenti del Web. I servizi implementabili sono innumerevoli, in pratica limitati solo dalla velocit della linea di telecomunicazioni con cui l'utente e chi fornisce il servizio sono collegati e dalla potenza di calcolo dei loro computer.

La peculiarit dei contenuti del Web quella di non essere memorizzati su un unico computer ma di essere distribuiti su pi computer, caratteristica da cui discende efficienza in quanto non vincolati ad una particolare localizzazione fisica. Tale peculiarit realizzata dal protocollo di rete HTTP il quale permette di vedere i contenuti del Web come un unico insieme di contenuti anche se fisicamente risiedono su una moltitudine di computer di Internet sparsi per il pianeta. Funzionamento La visione di una pagina web inizia digitandone l'URL nell'apposito campo del browser web oppure cliccando su un collegamento ipertestuale presente in una pagina web precedentemente visualizzata o in altra risorsa come ad esempio un'e-mail.

Il browser web a quel punto dietro le quinte inizia una serie di messaggi di comunicazione con il web server che ospita quella pagina con lo scopo di visualizzarla sul terminale utente.

Questo indirizzo IP necessario per inviare e ricevere pacchetti dal server web. A questo punto il browser richiede le informazioni inviando una richiesta a quell'indirizzo. In caso di una tipica pagina web, il testo HTML di una pagina richiesto per primo ed immediatamente interpretato dal browser web che, successivamente, richiede eventuali immagini o file che serviranno per formare la pagina definitiva.

Una volta ricevuti i file richiesti dal web server, il browser formatta la pagina sullo schermo seguendo le specifiche HTML, CSS, o di altri linguaggi web. Ogni immagine e le altre risorse sono incorporate per produrre la pagina web che l'utente vedr. Accessibilit e usabilit Cruciali nell'evoluzione del Web sono diventati i concetti, di accessibilit e usabilit a favore di ogni tipologia di utente, relativi alla progettazione, organizzazione e implementazione dei contenuti secondo specifici requisiti, in comune in generale con le linee evolutive di tutti i prodotti hardware e software in ambito ICT.

La prima proposta di un sistema ipertestuale si pu far risalire agli studi di Vannevar Bush, poi pubblicati nell'articolo As We May Think in italiano "Come potremmo pensare" del La data di nascita del World Wide Web viene comunemente indicata nel 6 agosto , giorno in cui l'informatico inglese Tim Berners-Lee pubblic il primo sito web dando cos vita al fenomeno "WWW" detto anche "della tripla W".

Il ricercatore inglese fu realizzare il primo server web. Il 13 marzo Tim Berners-Lee present infatti al proprio supervisore il documento Information Management: a Proposal che fu valutato vago ma interessante. Alla sua base vi era il progetto dello stesso Berners-Lee e di un suo collega, Robert Cailliau, di elaborare un software per la condivisione di documentazione scientifica in formato elettronico indipendentemente dalla piattaforma informatica utilizzata, con il fine di migliorare la comunicazione, e quindi la cooperarazione, tra i ricercatori dell'istituto.

A lato della creazione del software, inizi anche la definizione di standard e protocolli per scambiare documenti su reti di calcolatori: il linguaggio HTML e il protocollo di rete HTTP. Questi standard e protocolli supportavano inizialmente la sola gestione di pagine HTML statiche, vale a dire file ipertestuali -preparati precedentemente- visualizzabili e, soprattutto, navigabili utilizzando opportune applicazioni browser web. Dopo i primi anni in cui era stato usato solo dalla comunit scientifica, il 30 aprile il CERN decise di mettere il WWW a disposizione del pubblico rinunciando ad ogni diritto d'autore.

La semplicit della tecnologia decret un immediato successo: in pochi anni il WWW divenne la modalit pi diffusa al mondo per inviare e ricevere dati su Internet, facendo nascere quella che oggi nota come "era del web".

Dal web statico ai web service Per superare le limitazioni del progetto iniziale, furono subito definiti strumenti capaci di generare pagine HTML dinamiche ad es. Questa soluzione, sebbene molto semplice da realizzare, presenta numerose limitazioni di progetto l'applicativo esterno viene eseguito ad ogni richiesta utente e non prevista alcuna ottimizzazione, non vi alcuna gestione dello stato della sessione, etc.

MESSEGER 7.5 SCARICA

Per dare al web una maggiore interattivit e dinamicit sono state perseguite due strade. Da un lato sono state aumentate le funzionalit dei browser attraverso un'evoluzione del linguaggio HTML e la possibilit d'interpretazione di linguaggi di scripting come il JavaScript.

La diffusione di queste soluzioni ha consentito di avviare l'utilizzo del web come piattaforma applicativa che oggi trova la sua massima espressione nei Web Service, alla cui realizzazione e diffusione sta lavorando l'intera industria mondiale del software per la gestione d'azienda, dai grandi nomi commerciali come SAP e Oracle fino alle comunit Open Source.

L'utilizzo dei web-service all'interno dell'architettura di integrazione SOA permetter anche alle piccole imprese di gestire senza grandi sforzi i propri processi aziendali. Scopo dei Web Service di limitare il pi possibile le attivit di implementazione, consentendo di accedere a servizi software resi disponibili in rete, assemblarli secondo le proprie necessit e pagarli soltanto per il loro utilizzo effettivo, metodologia individuata nella terminologia anglosassone come pay per use, on demand software, just in time software, on tap software, etc.

Dal web statico al web semantico Nonostante tutte queste evoluzioni, il web rimane, ancora e soprattutto, una gigantesca biblioteca di pagine HTML statiche on-line.

Per, se da un lato lo standard HTML con la sua semplicit ha contribuito all'affermazione del web, dall'altro ha la grossa limitazione di occuparsi solo ed esclusivamente della formattazione dei documenti, tralasciando del tutto la struttura e il significato del contenuto.

Questo pone notevoli difficolt nel reperimento e riutilizzo delle informazioni. Per rendersi conto di questo sufficiente eseguire una ricerca utilizzando uno dei molti motori disponibili in rete e ci si accorger che, delle migliaia di documenti risultanti dalla query, spesso solo una piccola percentuale d'interesse per la ricerca che s'intendeva fare.

Ad esempio, per un qualsiasi motore di ricerca, non esiste alcuna differenza fra il termine Rossi nel contesto Il Sig. Rossi ed il termine rossi nel contesto capelli rossi, rendendo la ricerca molto difficile. La risposta a questo problema venuta, ancora una volta, dal fisico inglese Tim Berners-Lee, che, abbandonato il CERN, ha fondato il consorzio W3C che ha assunto il ruolo di governo nello sviluppo di standard e protocolli legati al web.

Sua caratteristica innovativa la possibilit di aggiungere informazioni semantiche sui contenuti attraverso la definizione di opportuni tag. Con queste semplici caratteristiche l'XML fornisce un modo comune di rappresentare i dati, cosicch i programmi software siano in grado di eseguire meglio ricerche, visualizzare e manipolare informazioni nascoste nell'oscurit contestuale.

Le specifiche XML hanno per una lacuna molto importante: non definiscono alcun meccanismo univoco e condiviso per specificare relazioni tra informazioni espresse sul web per una loro elaborazione automatica ad es. Anche in questo caso la soluzione al problema venuta dal W3C di Berners-Lee, attraverso la formalizzazione del web semantico.

Il W3C considera l'ideale evoluzione del web dal machine-representable al machine-understandable. L'idea di generare documenti che possano non solo essere letti e apprezzati da esseri umani, ma anche accessibili e interpretabili da agenti automatici per la ricerca di contenuti.

A tale scopo sono stati definiti alcuni linguaggi, quali Resource Description Framework RDF e Web Ontology Language OWL , entrambi basati su XML, che consentono di esprimere le relazioni tra le informazioni rifacendosi alla logica dei predicati mutuata dall'intelligenza artificiale. Tanto interesse per queste tecnologie da ravvisare nel fatto che tutti utenti, produttori di software e di servizi piccoli e grandi hanno da avvantaggiarsi dalla diffusione piena di questi standard.

La formazione nel corpo del web di una vasta rete "semantica" , infatti, la condizione chiave per il decollo di un nuovo modo di intendere ed usare il web. In paricolare, quando utilizzato in funzione aggettivale "pagina web", "browser web", "server web", ecc.

Per la scarsa compatibilit delle possibili pronunce dell'acronimo "WWW" con la fonologia della lingua italiana, "WWW" uno dei pochi acronimi che normalmente si utilizza solo nel linguaggio scritto in caso di lettura di un testo scritto dove presente l'acronimo "WWW", solitamente l'acronimo viene letto "World Wide Web" o "tripla W". Anche nel linguaggio scritto comunque, nella maggior parte dei casi, preferita l'ellissi "Web" all'acronimo "WWW".

L'appellativo "Grande Ragnatela Mondiale" si diffuso nei primi anni di affermazione del World Wide Web e oggi tendenzialmente in disuso. Se i contenuti da pubblicare sul Web non sono troppo complessi le risorse e conoscenze necessarie sono comunque di esigua entit.

Ad esempio, gi dotandosi di un comune personal computer attualmente disponibile in commercio e sottoscrivendo un servizio di accesso a Internet con uno dei pi popolari Internet service provider, si ha a disposizione tutto il necessario per poter pubblicare sul Web contenuti non troppo complessi.

I pi popolari Internet service provider offrono infatti la possibilit di pubblicare sul Web contenuti non troppo complessi attraverso il Web stesso senza la necessit di conoscere il linguaggio di markup del Web. Lo stesso vale anche per i blog, molti sono infatti i siti web che offrono gratuitamente la possibilit di creare un blog in modo semplice e immediato attraverso il Web stesso. In caso invece di contenuti pi complessi necessario dotarsi anche di un editor web 'WYSIWYG se si vuole evitare, o almeno semplificare, l'apprendimento del linguaggio di markup del Web.

Altri progetti Articolo su Wikinotizie: Ecco i quindici siti web che hanno cambiato il mondo. Web 2. Si indica come Web 2. Generalit Il termine Web 2. In questo caso la locuzione pone l'accento sulle differenze rispetto al cosiddetto Web 1.

Per le applicazioni Web 2. Un esempio potrebbe essere il social commerce, l'evoluzione dell'E-Commerce in senso interattivo, che consente una maggiore partecipazione dei clienti, attraverso blog, forum, sistemi di feedback ecc. Gli scettici replicano che il termine Web 2. Alcuni hanno iniziato, come Seth Godin,[4] ad utilizzare il termine "New Web" Nuovo Web in quanto si rimane molto scettici sull'utilizzo dell'etichetta "web 2.

Se pure il termine "Nuovo Web" non diventasse velocemente di uso comune anche tra i Netizen, questo probabilmente non diverrebbe obsoleto come sta accadendo per l'etichetta "web 2. Questo tipo di Rielaborazione in italiano del Web 2. Analisi storica Originariamente il web stato concepito come modo per visualizzare documenti ipertestuali statici creati con l'uso del linguaggio HTML ; questo approccio pu essere definito come Web 1.

In seguito, grazie all'integrazione con database e all'utilizzo di sistemi di gestione dei contenuti CMS , esso stato da alcuni definito Web 1. Attraverso l'utilizzo di linguaggi di scripting come Javascript, degli elementi dinamici e dei fogli di stile CSS per gli aspetti grafici, si possono creare delle vere e proprie "applicazioni web" che si discostano dal vecchio concetto di semplice ipertesto e che puntano a somigliare ad applicazioni tradizionali per computer.

Da un punto di vista strettamente di tecnologia di rete, il Web 2. La differenza, pi che altro, sta nell'approccio con il quale gli utenti si rivolgono al Web, che passa fondamentalmente dalla semplice consultazione seppure supportata da efficienti strumenti di ricerca, selezione e aggregazione alla possibilit di contribuire popolando e alimentando il Web con propri contenuti.

Differenze e confronti con il Web 1. Sebbene potenzialmente in luce nello stesso paradigma di rete, che si nutre del concetto di condivisione delle risorse, rappresenta la concretizzazione delle aspettative dei creatori del Web, che solo grazie all'evoluzione tecnologica oggi costituiscono una realt accessibile.

La possibilit di accedere a servizi a basso costo in grado di consentire l'editing anche per l'utente poco evoluto, rappresenta un importante passo verso un'autentica interazione e condivisione in cui il ruolo dell'utente centrale.

Nel descrivere le caratteristiche del Web 2. Si tratta dunque di un modo di rappresentare il Web 2. Dai siti web personali ai blog Se prima la costruzione di un sito web personale richiedeva la padronanza di elementi di HTML e di programmazione, oggi con i blog chiunque in grado di pubblicare i propri contenuti, dotandoli anche di veste grafica accattivante, senza possedere alcuna particolare preparazione tecnica.

Se prima le comunit web erano in stragrande maggioranza costituite da esperti informatici, oggi la situazione completamente ribaltata. I principali produttori di blog sono scrittori, giornalisti, artisti le cui attivit non presuppongono una conoscenza informatica approfondita. Dai sistemi per content management ai wiki La tecnologia Wiki Wikipedia ne la pi celebre applicazione il punto di arrivo del content management, in quanto ne implementa tutti i paradigmi.

Se prima erano necessarie pi applicazioni informatiche per la gestione del ciclo di vita dell'informazione dall'intuizione alla fruizione , oggi una stessa tecnologia supporta al meglio tutto il processo. Si fruisce dell'informazione nell'ambiente stesso in cui essa nata. Dalla stickiness al syndication Le tecniche utilizzate fino a ieri per tenere per pi tempo i visitatori su un sito web stickiness, letteralmente l'"appiccicosit" di un sito, cio la capacit di tenere "incollati" gli utenti ad esso stanno lasciando il posto ad altre concezioni di contatto con il fruitore.

Attraverso le tecnologie di syndication RSS, Atom, tagging chi realizza contenuti fa in modo che questi possano essere fruiti non solo sul sito, ma anche attraverso canali diversi.

Un esempio di questi nuovi canali sono i feed, cio delle liste di elementi con un titolo es. Questi ultimi possono essere aggiornati e consultati di frequente con programmi appositi o anche attraverso i browser e quindi consentono di essere sempre a conoscenza dei nuovi contenuti inseriti su pi siti senza doverli visitare direttamente. Strumenti per la creazione di contenuti Tale possibilit di creazione e condivisione di contenuti su Web, tipica del Web 2.

In pratica il Web di seconda generazione un Web dove poter trovare quei servizi che finora erano offerti da pacchetti da installare sui singoli computer.

Esempi di Web 2. Oltre alla creazione condivisa di contenuto on-line, il Web 2. Per la pubblicazione dei contenuti fanno da padrone sul Web di oggi i provider di blog come Blogger, Wordpress e Splinder, ma anche piattaforme commerciali come Microsoft Sharepoint Services che nella versione 3. Note [1] Dario de Judicibus. La sua vendetta sarà fatale!

Film Irromperà nella vostra vita con tutta la sua carica! Solo due cose contano nella vita: l'amore e una buona pistola A volte l'amore è più vicino di quanto credi Il grande dramma di gelosia trasposto in epoca moderna L'arma perfetta è fuori controllo Due mondi. Un confine. Nessun limite. Una serrata corsa contro il tempo per salvare una vita Becchi e artigli fatti per dilaniare Il pericolo è in rete Ti guardano, ti ascoltano… non sei più al sicuro Due vite, due identità, la stessa donna Nel cuore della giunga, alle radici del pericolo Terrore nell'oceano.

Tratto da una storia vera Unico precedente: i soliti sopspetti Preparatevi a tifare per le ragazze "cattive" …e alla fine lui ha memoria di tutto Un action thriller con un cast d'eccezione La storia di Gwyn, l'eroica figlia di Robin Hood Da quando andare a letto con un'altra vuol dire non esserti fedele?

È accusato di omicidio e solo il vero colpevole conosce la verità La imprese dei fratelli fuorilegge Frank e Jesse James Due imbroglioni a NewYork Due angeli caduti a caccia della riammissione in Paradiso Trovare e distruggere un nemico invisibile 5 uomini, 1 cassaforte, 0 cervelli Il mondo si avvia verso il conflitto globale Una nottata catastroficamente divertente Soltanto un eroe potrà portare a terra quell'aereo Uno spaventoso incendio devasta la città Crisi di relazione Misteri sepolti Misteriosi omicidi Porcelloni al campeggio Un eroe non dovrebbe mai restare solo Cosa bisogna fare per sfondare ad Hollywood?

Un thriller psichiatrico che vi porterà sull'orlo della follia Il ritorno a New York di un ex trafficante di droga In amore la verità non va mai detta Sono milioni pronte a distruggere tutto Un serial killer miete giovani vittime Dal classico libro di Arthur Conan Doyle Bastano un paio di occhiali per cambiare il mondo? Adrenalina per superare il passato e le 1. Pacman EX 3 3. Giochi Un originale gioco in cui oltre al personaggio dovrete controllare anche il suo alterGiochi ego Un'eccitante e travolgente avventura alla ricerca di un artefatto leggendario Giochi Il nuovo capitolo della serie Anno si proietta nel futuro!

Giochi 15 diversi solitari su 20 livelli Giochi Provate la nuova avventura punta e clicca degli autori di Secret files Giochi Uno SHMUP shoot'em up con lo spirito dei classici da sala giochi Giochi Un eccezionale mix di filotto, aguzza la vista e avventura Giochi Costruite e fate prosperare la vostra città Giochi Piccoli maghi apprendisti in prova Giochi Una meravigliosa avventura in un mondo fantastico Giochi Un action platformer ricco di sangue e non morti Giochi Comandate gli scontri aerei e navali nel Pacifico Giochi Capitanate una banda di spaventosi fantasmi e terrorizzate i mortali!

Incontrate persone interessanti. Eliminale My Kingdom for the Princess Deluxe Aiutate una principessa a ritrovare suo padre in un mondo fantastico Othello 1. Magic Encyclopedia 3: Illusions Nel regno dell'illusione poche cose sono come appaiono Scorched 3D Build 43 Un classico dei videogame tutto da giocare Hidden Magic Deluxe Usate poteri magici per salvare la vostra amata dai sinistri goblin International Cue Club L'emozione del biliardo sul vostro pc Just Cause 2 Gli ordini sono semplici: trovare e uccidere un agente disertore Dead Wake 1.

Racing Una competizione ad alta velocità fra avveneristiche macchine da guerra Piante contro zombi Sradica l'invasione di zombi Torchlight Portate la vostra luce nel buio del sottosuolo Batman: Arkham Asylum Un'avventura che vi porterà nelle profondità del manicomio di Arkham Code of Honor 2 La legione straniera francese e di nuovo in azione! Giochi Comanda il tuo velivolo contro i nemici Giochi Libera tutto il tuo spirito battagliero, anche online Giochi Costruisci, espanditi e conquista Giochi Emula il joypad con la tua tastiera Giochi È tempo di lucidare la spada: i demoni stanno tornando!

NET 3. Crea i tuoi pezzi meccanici e ordinali on-line Pastelli e pennelli per disegnare a mano libera Convertitore di formati vettoriali per CAD Un completo CAD a due dimensioni Crea e personalizza icone e puntatori del mouse Per creare diagrammi e grafici professionali - Completo Gestione e stampa delle font di caratteri File manager specializzato in file grafici Per ruotare velocemente i JPEG senza perdite di qualità Progetta e arreda la tua casa in 2D e 3D Disegni tecnici con un CAD 2D e 3D Fotoritocco e grafica creativa per tutti Analizzatore di immagini ad alta risoluzione Il più famoso software 3D gratuito Ray tracing per piattaforme AMD con Windows x64 Crea oggetti e ambienti in 3D con semplicità Modifica file di icone e simili in formato bitmap Plug-in per Photoshop per pulire le immagini JPEG Modellazione e animazione di oggetti in tre dimensioni Animazioni e e raccolte di immagini in formato Flash Il passepartout!

Il libro? È mio! Free Antivirus 9. Build Toolbar 7. Scribe 1. Virut Kaspersky 10 Kaspersky ZbotKiller 1. NET Framework 3. Versione di prova speciale da 90 giorni! Sicurezza Il pacchetto completo per la vostra sicurezza.

Web Security Space 5. WEB CureIt! Ecco come riportarlo a nuova vita! Hardware Build 9. Messenger Per sistemi a 32 bit Un unico punto di distribuzione per Office Ifilters.